News

6/recent/ticker-posts

Header Ads Widget

Milazzo rifiuti: 414 mila euro per Centro comunale di raccolta

La Regione finanzia 414 mila euro per ristrutturare e rendere operativo il Centro comunale di raccolta (CCR) di contrada Masseria

L’assessorato regionale dell’Energia e dei Servizi di pubblica utilità ha trasmesso al Comune di Milazzo il decreto di finanziamento per l’ampliamento e l’adeguamento del Centro comunale di raccolta (CCR) di contrada Masseria. 

La somma messa a disposizione ammonta a poco più di 414 mila euro. L’obiettivo – secondo quanto emerge dal progetto – è quello di realizzare le opere principali di raccordo e allaccio ai sottoservizi comunali, l’adeguamento della stazione di conferimento delle varie frazioni di rifiuto, la realizzazione di opere occorrenti per interfacciare le due stazioni di conferimento, l’adeguamento dell’impianto di illuminazione e il rifacimento di quello d’allarme.

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Pippo Midili che subito dopo l’insediamento aveva incontrato a Palermo i vertici dell’assessorato per cercare di sbloccare una vicenda che, dopo l’iniziale annuncio dell’ammissione – avvenuto nel 2017 – si era bloccata e aveva addirittura messo in discussione l’erogazione del finanziamento stesso.

“La vicenda del CCR è nota – afferma Midili – anche perché la struttura continua a rimanere sotto sequestro. Siamo riusciti attraverso l’interlocuzione col dirigente generale Calogero Foti, che ringrazio, a superare gli intoppi e già a fine dicembre eravamo consapevoli di poter ottenere queste risorse che sono fondamentali per intervenire su una struttura che è fondamentale per far sì che il servizio di igiene ambientale sia funzionante e a norma, al fine di svolgere quel ruolo di area a disposizione della comunità cittadina per incrementare la raccolta differenziata, disincentivare l’abbandono abusivo dei rifiuti sul territorio comunale e agevolare anche il recupero del rifiuto. Ora procederemo agli atti conseguenti per individuare la ditta che dovrà effettuare l’intervento, cercando contestualmente di ottenere il dissequestro della struttura”.

Posta un commento

0 Commenti