News

6/recent/ticker-posts

Header Ads Widget

Milazzo. Lotteria scontrini: il problema di molti negozi


A partire dall’8 dicembre scorso, nel nostro paese è arrivo Italia Cashless. Per chi non lo sapesse, si tratta di un piano che è stato messo a punto dal Governo. 

L’obiettivo è sicuramente incentivare l’utilizzo delle carte di credito, debito e app di pagamento, ma non solo. Il Governo spera in questo modo di rendere il paese più digitalizzato e combattere anche l’evasione. 

Il programma Cashback prenderà il via ufficialmente il prossimo 1° gennaio 2021 (sembrerebbe rinviata a febbraio 2021, leggi tutto). 
 
Ma in cosa consiste? Ecco qualche informazione utile.
 
LOTTERIA SCONTRI
La lotteria scontrini  altro non è che una lotteria pensata dal Governo. Consiste in un rimborso percentuale, sulla base degli importi spesi per acquisti che verranno effettuati nei negozi fisici e non online. E’ importante che questi acquisti vengano effettuati con carte di debito, credito o altri strumenti di pagamento elettronici. L’adesione al programma è volontaria ed è riservata alle persone maggiorenni che risiedono nel nostro paese.
 
ISCRIZIONE
Per poter partecipare alla lotteria scontrini, bisognerà essere in possesso di un‘identità digitale. Si potrà essere in possesso di una carta d’identità elettronica o dello Spid, che tra l’altro si ottiene gratuitamente da diversi gestori tra cui Poste Italiane. Sarà, inoltre, necessario scaricare l’App Io, registrare il proprio codice fiscale, gli estremi delle carte di pagamento che saranno impiegate per effettuare le transazioni. Su questa App andranno inserite anche le coordinate Iban del conto corrente dove poi si vorrà ricevere il rimborso. Dopo aver fatto la registrazione, si potrà procedere con gli acquisti, che dovranno essere effettuati con strumenti di pagamento elettronici.
 
CHI PUÒ PARTECIPARE
Possono partecipare alla Lotteria tutti i cittadini maggiorenni e residenti in Italia. Questi dovranno effettuare acquisti di importo pari o superiore a 1 euro. Coloro che partecipano dovranno esibire ogni qualvolta effettuano un pagamento, il codice lotteria generato al momento della registrazione. 

BIGLIETTI VIRTUALI
Ogni acquisto genera un numero di biglietti virtuali che permettono così di partecipare alla lotteria. Ogni euro speso, darà la possibilità di ricevere un biglietto virtuale, fino ad un massimo di 1000 biglietti. Maggiore è l’importo speso, maggiore sarà il numero di biglietti associati. Possono essere emessi, fino ad un massimo mille biglietti. 

CODICE LOTTERIA
Bisognerà ricordarsi, quindi, di chiedere all’esercente prima dell’emissione dello scontrino, di abbinare il proprio codice lotteria. Si tratta di un codice alfanumerico che si ottiene accedendo direttamente al Portale, messo a disposizione dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli. L’indirizzo al quale accedere è il seguente www.lotteriadegliscontrini.gov.it.

PROBLEMA
Slitta a febbraio l’inaugurazione della lotteria degli scontrini. Il governo avrebbe posticipato di un mese l’inizio delle estrazioni a premi legata all’emissione del documento fiscale, prevista a inizio gennaio. Diversi i problemi riscontrati come l’inadeguatezza tecnologica dei registratori di cassa: prima di cominciare con la lotteria gli esercenti dovrebbero infatti essere in grado di potere leggere i codici elettronici necessari ad ogni consumatore per poter partecipare. 

SOLUZIONI
Tra le soluzioni possibili, potrebbe essere l’applicazione web pensata dall’Agenzia delle Entrate. Oltre al codice a barre, infatti, il codice lotteria a disposizione di ciascun cittadino comprende una stringa alfanumerica che può essere caricata manualmente tramite un’applicazione web pensata dall’Agenzia delle Entrate per quei prestatori di servizi (come artigiani, idraulici e via dicendo) che solitamente emettono una ricevuta cartacea.

Posta un commento

1 Commenti

  1. Marialuisa27/12/20, 21:15

    Speriamo che a breve risolvono i diversi problemi. La mia opinione è che tutti questi bonus e sgravi fiscali sanno pagati nel tempo dai nostri figli visto che l'Italia è da anni piena di debito pubblico.

    RispondiElimina